PROGETTARE LA SCUOLA DEL FUTURO: NUOVI SPAZI PER UNA NUOVA DIDATTICA

Il convegno di Idee al cubo si svolgerà ad Ancona il 7 novembre 2014

Per lavorare sulla scuola di domani è importante riprogettare spazi e ruoli all’interno dell’ambiente scolastico per ospitare le nuove strategie didattiche in grado di intercettare gli stili di apprendimento dei cosiddetti nativi digitali. La “rivoluzione in aula”, dunque, può cominciare solo se l’introduzione della tecnologia è accompagnata da un progetto globale che, dalla banda larga alla disposizione dei banchi, sappia “spazializzare” le dinamiche e le caratteristiche pratiche e concettuali delle nuove forme di interazione, collaborazione e apprendimento.

Realizzare queste idee implica pertanto la progressiva evoluzione delle aule “storiche” in spazi (reali e virtuali) simili a laboratori, in grado di stimolare gli alunni a trasformarsi in “piccoli ricercatori”. Esistono diversi modelli per tradurre in atto tale epocale transizione, ma tutti richiedono una collaborazione trasversale tra metodologi, scienziati cognitivi,  pedadogisti e… architetti. In questo ambito, si fa urgente la ricerca e la formazione di architetti preparati, competenti e pronti ad accompagnare con i loro progetti il passaggio al digitale, ridisegnando le strutture tradizionali e gli arredi necessari. Un nuovo orizzonte di indagine, di collaborazione con professionisti di varie specializzazioni, oltre che di lavoro di impegno sociale, è quello che si sta aprendo e che non si può continuare a ignorare.

Questi temi saranno al centro del convegno organizzato da Idee al Cubo, che si svolgerà il7 novembre 2014 presso la Mole Vanvitelliana di Ancona, dalle ore 15. Gli architetti che parteciperanno all’incontro, gratuitamente, potranno ricevere i crediti formativi rilasciati dall’Ordine degli architetti nell’ambito della formazione continua della categoria.

Ad animare il dibattito, saranno Gianluca Nicoletti, giornalista, scrittore, conduttore di Melog su Radio24 e autore del libro Alla fine qualcosa ci inventeremo (Mondadori) e i maggiori studiosi di tecnologia e nuovi spazi educativi: Paolo Ferri, professore ordinario di Teoria e tecnica dei nuovi media all’università di Milano Bicocca e dirigente del Lisp dello stesso ateneo; e Stefano Moriggi, storico e filosofo della scienza, esperto di tecnologie e divulgatore scientifico, docente presso l’università Milano Bicocca. Parteciperà anche Rita Coccia, dirigente scolastica dell’Istituto tecnico-tecnologico statale Alessandro Volta di Perugia, la cui scuola è un caso di buona pratica. A moderare l’incontro sarà Edoardo Camurri, saggista e giornalista, già conduttore di Omnibus estate, Mi manda Raitre e autore del programma La gaia scienza.

Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni, clicca qui.

14 ottobre 2014

Write the message

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>