OUTDOOR, PROTAGONISTA DELL’ARREDAMENTO ALLA FIERA CAMPIONARIA

Come ogni agosto, sta per aprire i battenti a Senigallia la Fiera Campionaria, la manifestazione che farà da vetrina alle attività produttive del territorio dal 21 al 30 di questo mese. Arrivata alla sua venticinquesima edizione, si svolgerà in concomitanza con la tradizionale Fiera di Sant’Agostino, che compie 551 anni e anima il cuore cittadino con gli stand degli ambulanti.

«La fiera campionaria – afferma Michela Fioretti (in piedi, nella seconda foto della gallery), direttrice di Expo Marche,  promotore dell’evento – nasce come un progetto che vuole abbinare alla tradizionale fiera di Sant’Agostino una mostra mercato che dia visibilità alle aziende di servizi e di produzione, e quindi non soltanto agli ambulanti che saranno presenti durante gli ultimi giorni della fiera campionaria in tutto il centro storico della città».

Per la seconda volta, il focus del settore arredamento sarà l’outdoor. «Da alcuni anni – continua Fioretti – è emersa la necessità di rappresentare in fiera altri ambiti dell’economia che stanno sempre più prendendo campo ma che in fiera non erano rappresentati, o lo erano in maniera marginale. Per questo abbiamo dato via a un progetto dedicato all’outdoor, che mira a esaltare il mondo dell’arredo da esterno, innovativo nelle forme e nei materiali, una nuova concezione di esposizione armoniosa e modulabile a seconda delle esigenze del cliente».

La sezione dell’outdoor «avrà anche degli allestimenti diversi rispetto alle altre parti della fiera campionaria articolati in tensostrutture e gazebo in pvc. Per l’outdoor – racconta la direttrice di Expo Marche – ci saranno allestimenti in legno che daranno anche un’idea del paesaggio e quindi un’idea di sostenibilità del progetto». Lungo questo percorso sarà possibile trovare «suggerimenti e spunti che mirano a rivalutare i luoghi destinati all’ospitalità, al relax e al divertimento, come gli stabilimenti balneari, le strutture ricettive e i locali, per renderli più accoglienti non solo per i tre mesi estivi ma per offrire anche una prospettiva più ampia e fruibile anche durante i mesi invernali».

Il progetto, ideato lo scorso anno dagli architetti e designer di Studio C28, come racconta uno di loro, Francesco Sforza, «si rifà a materiali naturali, non trattati e senza orpelli aggiuntivi, con forme che richiamano la natura nel suo essere varia, mai uguale a se stessa. Gli spazi sono fluidi, non compartimentati e ciò li caratterizza diversamente rispetto ai tradizionali stand fieristici, dove tra un’azienda e un’altra i confini sono netti. In questo progetto, gli oggetti si possono fondere e interscambiare».

Questa mostra mercato, prosegue poi Fioretti, «è allestita in forma di concept e vuole riflettere sul modo di combinare esigenze ambientali, leggerezza di strutture edificate, efficacia dell’attività commerciale e tutela del territorio. L’idea è quella di coniugare materiali resistenti e moderni con strutture leggere, arredamenti di design e attrezzature altamente tecnologiche e di sensibilizzare i ristoranti, i titolari degli stabilimenti balneari e delle attività tipicamente estive all’argomento della riqualificazione delle strutture, affinché siano sempre più rispondenti alle frontiere degli chalet, da noi davvero ancora poco diffusi».

L’intento, infatti, è quello di rendere vivo il litorale anche nella stagione invernale, «tramite la destagionalizzazione e l’opportunità di creare iniziative collaterali e destinazioni alternative. In sostanza, in questa sezione dedicata all’outdoor trovano spazio i produttori e i rivenditori di tutte quelle strutture legate all’attività del litorale, e deve servire anche come spunto, humus per sensibilizzare sia i proprietari di queste strutture sia la cittadinanza a un’innovazione e a una riqualificazione del litorale».

Il progetto «dovrà essere coltivato e integrato con nuovi partner. Per il momento, partecipano rivenditori e produttori di strutture turistiche balneari legate al mondo dell’outdoor e del vivere all’aria aperta, sia a carattere pubblico che privato».

La Fiera campionaria, alla quale si potrà accedere gratuitamente, «è un’iniziativa per i turisti e per le famiglie. Inizialmente, si terrà al campo sportivo per poi trasferirsi gli ultimi tre giorni nel centro storico di Senigallia, dove dal 28 agosto sarà affiancata dalla fiera di Sant’Agostino». Oltre alla mostra mercato ci saranno anche momenti degustazione di prodotti tipici locali, di spettacoli folcloristici e le vie del gusto, con la partecipazione di molte «regioni d’Italia che proporranno le loro specificità. Ci sarà una parte dedicata allo street food di qualità».

Rosalinda Cappello

17 agosto 2015

 

Write the message

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>