IL CONDOMINIO DEL FUTURO IN FIERA

Bergamo, 11-13 settembre: il primo Expo del settore con amministratori, esperti, aziende e cittadini

Manca poco all’avvio di Condominio Expo, il primo salone nazionale dell’innovazione per la riqualificazione e gestione del condominio, che si svolgerà alla Fiera di Bergamo dall’11 al 13 settembre prossimi.
I tre giorni della manifestazione, attraverso convegni, workshop e seminari, offriranno un ricco calendario di eventi dedicati al confronto e alla formazione su temi legati al condominio. Sarà un’occasione utile di aggiornamento degli addetti ai lavori, compresi gli oltre 60mila amministratori condominiali attivi oggi in Italia, ma anche di informazione per i semplici condomini i quali potranno accedere alla giornata finale.
Ci saranno anche spazi in cui verranno presentate le buone pratiche in materia di gestione e riqualificazione degli immobili e della vita condominiale, con approfondimenti sulle ultime tecnologie, soluzioni e materiali utili per la vita e la manutenzione degli stabili. Sarà come camminare all’interno di una città vera, perché la planimetria dell’Expo riprodurrà strade e piazze dove passare da uno stand all’altro, da un meeting a un altro.
A volere fortemente Condominio Expo, in partnership con la Fiera di Bergamo, è stata Virginia Gambino che con la sua casa editrice ha iniziato a esplorare questo settore un paio di anni fa organizzando un convegno sul condominio e, successivamente, pubblicando Condominio sostenibile e certificato.

Virginia Gambino, come nasce la vostra esperienza nel settore dell’informazione e dell’approfondimento sulle tendenze e sull’attualità della filiera del commercio e dell’industria edile? 

La nostra casa editrice ha iniziato a lavorare nel mondo dei condomini nel 2012. Nel 2013, in occasione dell’entrata in vigore della riforma del settore, abbiamo organizzato nella sede della Confcommercio milanese un convegno, dal titolo “Rivoluzione Condominio”, che approfondiva i problemi riguardanti la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente – in Italia ci sono più di un milione di condomini – e il contenimento e l’ottimizzazione della spesa, alla luce della riforma del Codice Civile e delle nuove tecnologie. In quell’occasione presentammo la nostra nuova guida Condominio Sostenibile, dedicata ad amministratori e manutentori, che affrontava in maniera innovativa ed esaustiva tutte le questioni poste dalla riforma e conteneva schede sulle buone pratiche per la manutenzione del condominio. Grazie a quell’evento ci rendemmo conto di quanto bisogno ci fosse di informazioni su quel mondo e così decidemmo di creare una rivista, la cui prima uscita risale al novembre di quell’anno.

Quanti visitatori vi aspettate in fiera?

Gli espositori saranno circa duecento, mentre per i visitatori – per i quali l’ingresso è gratuito se si registrano online – al momento è difficile fornire dati attendibili perché, oltre alle registrazioni online su condominioexpo.com, a loro sarà possibile partecipare alla manifestazione registrandosi direttamente al momento dell’ingresso alla Fiera. Sono in grado di dire, però, che le richieste sono arrivate da tutta Italia.

Come si articoleranno le giornate?

I primi due giorni saranno dedicati al pubblico professionale, per il quale sarà anche un’occasione di aggiornamento e formazione, con il rilascio di crediti formativi. Oltre ai tradizionali stand, a Condominio Expo ci saranno infatti convegni, workshop, incontri con esperti. La giornata finale, invece, sarà aperta ai condomini. I visitatori troveranno gli stand delle imprese che forniscono servizi, materiali e tecnologie o aziende specializzate nella gestione condominiale.

Quali sono i temi avvertiti come più importanti che saranno affrontati?

Soprattutto l’aspetto normativo e fiscale e poi quello della convivenza, spesso resa difficile da liti per rumori o sulle decisioni da prendere relativamente all’immobile. Con gli addetti ai lavori si parlerà del futuro del condominio, del risparmio energetico e dell’isolamento acustico, delle nuove regole, della sicurezza, di una contabilità più efficiente. I visitatori, invece, potranno saperne di più su regole e innovazione nel progetto di residenza, tecnologie anti-rumore, manutenzione degli impianti, sistemi per abbattere le barriere architettoniche, dispositivi antintrusione, servizi ricreativi negli spazi comuni, e molto altro. Si parlerà del finanziamento dei lavori condominiali che non vengono fatti per mancanze da parte di alcuni condomini e si punterà molto anche sull’aspetto della ristrutturazione come fonte di risparmio. Deve passare il messaggio che ristrutturare fa risparmiare e che riqualificare i condomini energivori non solo farà loro acquistare valore, ma apporterà anche una concreta riduzione del costo della bolletta.

Per chi non potrà venire, rimarrà traccia di tutto questo?

I workshop dedicati alle aziende saranno filmati e saranno mandati online su condominioexpo.com, realizzando una sorta di guida online per la riqualificazione degli stabili. I convegni con un taglio più strategico sul futuro del condominio e sullo sviluppo dei servizi condominiali, come per esempio la condivisione della badante, troveranno spazio negli atti che saranno pubblicati nella nostra rivista di novembre.

Rosalinda Cappello 

9 Settmbre 2014

Write the message

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>