CIOCCOLANTI, IL CAMMINO DAGLI INFISSI ALLE STRUTTURE IN LEGNO

L’azienda fondata nel 1960, lavora già con le normative del 2020

A Chiaravalle, vicino Ancona, c’è un’azienda a conduzione familiare, la Cioccolanti, fondata nel 1960 da Lamberto e oggi gestita dalla figlia Marina e dal genero Yuri Barboni. «Ci rivolgiamo ai privati e per il nostro lavoro l’attenzione alla qualità a prezzi adeguati è un elemento irrinunciabile», ci dice quest’ultimo. «Oggi – prosegue – continuiamo l’attività avviata da mio suocero ma con le modifiche richieste dal mercato in trasformazione. Inizialmente Lamberto era un fabbro e lavorava il ferro. Poi, quando è venuto fuori l’alluminio, un materiale diverso, più leggero, mio suocero ne ha riconosciuto le potenzialità e ha iniziato a lavorarlo, realizzando infissi. Quando siamo arrivati noi, dopo una prima fase in cui abbiamo seguito il solco della tradizione, abbiamo cominciato a innovare e differenziarci per adeguarci alla realtà e alle richieste che cambiavano, per non rischiare di estinguerci».

L’adeguamento al mercato in evoluzione ha portato l’impresa di famiglia ad aggiungere alla sua consueta attività di produzione interna, la vendita di altri infissi realizzati in pvc, acciaio e legno, «affiancando così, alla fase artigianale anche una fase di commercializzazione. Per fare questo – racconta Barboni – abbiamo cercato con attenzione i partner giusti, di qualità, produttori di tende da sole, grate, porte blindate, porte esterne per predisporre un’offerta a 360 gradi di ciò che riguarda il mondo della casa».

Ma l’azienda non si è fermata a questo. «Oggi – racconta il genero di Lamberto – abbiamo avviato una nuova fase, che rappresenta un ulteriore passo in avanti, con il servizio di ristrutturazioni chiavi in mano di appartamenti e con la realizzazione di abitazioni principalmente in legno, a cui lavoriamo con una squadra che collabora con noi. L’attività si articola in progettazione, richiesta dei permessi necessari, fino alla realizzazione, con la stessa tecnica usata dagli americani che ti fanno vedere la casa come fosse finita».

L’azienda Cioccolanti ha un team di progettisti, ma – come ci racconta Barboni – «tutti sono potenziali collaboratori per noi, anche se solitamente ci appoggiamo ad alcuni ragazzi e tecnici con cui lavoriamo a stretto contatto. Tuttavia, siccome il nostro lavoro principalmente è quello di realizzare, se c’è un architetto che si rivolge a noi per la realizzazione di un suo progetto, noi gli facciamo un preventivo su quel progetto».

Nel caso, invece, che un privato volesse procedere a una ristrutturazione o volesse costruire un appartamento può rivolgersi alla Cioccolanti. «La nostra azienda accompagna il cliente in tutte le varie fasi del progetto con la proposta di due o tre soluzioni, realizzando anche le visite interattive e mostrando la casa come verrà una volta finiti i lavori e ammobiliata.  Se le soluzioni non piacciono la cosa finisce lì e il privato non avrà speso un euro. Se, invece, la proposta piace, il cliente potrà commissionarne la realizzazione al team che lavorerà per lui passo dopo passo».

La terza fase di cui parla Yuri Barboni è iniziata da circa un paio di anni, con la Bc edil (Barboni-Cioccolanti) che opera nel campo delle strutture in legno. «Questo è un altro settore che vogliamo esplorare –  racconta Barboni – perché ormai chi costruisce un’abitazione la vuole tecnologica, se non altro dal punto di vista termico. La struttura in legno è un tipo di casa che in futuro sarà sempre più presente. Siamo molto attenti al rispetto per l’ambiente e puntiamo su fotovoltaico, solare termico, struttura coibentante, fino ad arrivare  a consumi quasi zero di bollette, con soluzioni adeguate e certificate secondo i parametri previsti per il 2020. Stiamo precorrendo i tempi. Anche in questo caso con l’appoggio delle persone giuste, con un gruppo di lavoro diverso, specializzato nel settore. Il team ha già realizzato una casa e in capo c’è il progetto di Mora d’Alba da realizzare, secondo noi, in legno. È già una cosa concreta: il terreno e il progetto li abbiamo già acquistati, partirà quando l’agenzia immobiliare venderà il primo appartamento».

Il progetto di cui parla Barboni prevede quattro appartamenti destinati a privati. «Il bello del nostro piano, che lo differenzia dagli altri, è la sua struttura in legno e il suo essere a norma con le disposizioni previste per il 2020, mentre oggi chi compra un nuovo appartamento lo trova in muratura. Le nostre saranno case con solare termico, fotovoltaico, giardino e garage personali. Magari oggi sembra che costi qualcosa di più,  ma si sta comprando una cosa che dal 2020 sarà a norma e che con il tempo si rivaluterà. Bisogna saper guardare in una prospettiva futura – sottolinea Barboni -. Questo è in generale quello che l’azienda Cioccolanti vuole fare. È chiaro che nessuno può fare tutto, ma collaborando con le persone giuste, dai progettisti alla manovalanza con artigiani di qualità che lavorano nel settore da tanti anni e che nel loro settore sono esperti e bravi. Ciò che a noi interessa è arrivare a un risultato con un ottimo rapporto qualità-prezzo».

Rosalinda Cappello

26 agosto 2015

Write the message

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>